Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24150 - pubb. 10/09/2020

Liquidazione delle spese di esecuzione e sorte delle spese di registrazione

Cassazione civile, sez. VI, 03 Giugno 2020, n. 10420. Pres. De Stefano. Est. D'Arrigo.


Esecuzione forzata – Liquidazione delle spese di esecuzione – Comprensione delle spese di registrazione dell'ordinanza di assegnazione – Impossibilità di recupero – Soggetto tenuto al pagamento – Individuazione



In materia di pignoramento presso terzi, il creditore che abbia conseguito, nell'ambito della liquidazione delle spese processuali disposta dal giudice dell'esecuzione, l'assegnazione anche delle somme necessarie per la registrazione dell'ordinanza medesima, è carente di interesse ad ottenere per tale importo un ulteriore titolo esecutivo da fare valere contro il suo originario debitore, ove il debito del terzo pignorato risulti capiente, avendo già ricevuto la piena soddisfazione nei confronti del proprio debitore. Qualora, invece, l'importo dovuto per l'imposta di registro non possa essere effettivamente recuperato, in tutto o in parte, nei confronti del "debitor debitoris", questo fa capo per la differenza "ab origine" al debitore originario, tenuto a rifondere il creditore di tutte le spese occorrenti per l'espropriazione forzata. (massima ufficiale)


Il testo integrale