Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24680 - pubb. 23/12/2020

L'apertura di un concordato preventivo non è ostativa all'accertamento del credito tributario

Cassazione civile, sez. V, tributaria, 06 Novembre 2020, n. 24880. Pres. Bisogni. Est. Nonno.


Apertura di concordato preventivo - Rilevanza rispetto all’accertamento tributario mediante iscrizione a ruolo, all’emissione di cartella e alla irrogazione di sanzioni e accessori maturati fino all’apertura della procedura concorsuale - Esclusione - Rilevanza come causa di forza maggiore - Insussistenza



L'apertura di un concordato preventivo non è ostativa all'accertamento del credito tributario mediante iscrizione a ruolo ed emissione della cartella, né alla irrogazione delle sanzioni e degli accessori, ove i presupposti impositivi e le violazioni da cui discendono le sanzioni siano stati posti in essere anteriormente alla procedura concorsuale che nemmeno può essere invocata quale ipotesi di forza maggiore estintiva dell'obbligazione. (massima ufficiale)


Massimario Ragionato



Il testo integrale