Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 23963 - pubb. 31/07/2020

I limiti al cumulo dei mezzi di espropriazione ex art. 483 c.p.c., tra abuso del creditore e meritevolezza dell'interesse a una pronta soddisfazione del credito

Tribunale Genova, 29 Giugno 2020. Est. Balba.


Cumulo dei mezzi espropriativi - Opposizione del debitore - Meritevolezza dell’interesse a una tempestiva soddisfazione del credito



La limitazione del cumulo ai mezzi di espropriazione, a seguito dell’opposizione del debitore ex art. 483 c.p.c., ha carattere eccezionale, potendo essere disposta nel solo caso di abuso del cumulo, ravvisabile quando il sacrificio del debitore, coinvolto in plurime procedure esecutive, non sia giustificato da un ragionevole interesse del creditore.

Non integra abuso del cumulo dei mezzi espropriativi la condotta del creditore chirografario che, trovandosi a concorrere, in una prima espropriazione, con creditori ipotecari, instauri un nuova procedura esecutiva per tutelare il proprio interesse ad una rapida soddisfazione del medesimo credito. (Redazione IL CASO.it) (riproduzione riservata)


Il testo integrale