Il Caso.it, Sez. Giurisprudenza, 24815 - pubb. 03/02/2021

Iva e nota di credito per le voci inserite nel conto d’ordine

Cassazione civile, sez. V, tributaria, 14 Gennaio 2021, n. 527. Pres. Cirillo. Est. D'Orazio.


Società per azioni - Bilancio - Iva - Voci inserite nel conto d’ordine - Sottoposizione a Iva e a istituto della nota di credito - Esclusione - Fondamento - Contenuto del predetto conto e assenza di modifica patrimoniale - Fattispecie



Le poste indicate nel conto d'ordine o "di memorie", fintantoché vi permangono, sono sottratte all'Iva e dunque all'istituto della nota di credito, in quanto il predetto conto è destinato ad accogliere, nell'ambito del sistema informativo, le sole voci non costituenti costo, ricavo, attività e passività (come, nella specie, il rilascio di una cauzione, siccome costituente mera attività finanziaria), le quali, non afferendo a cessione di beni o prestazione di servizi, non comportano alcuna variazione patrimoniale. (massima ufficiale)


Il testo integrale